Passa ai contenuti principali

Resistere alle avversità


La morte di una persona cara, la perdita di un lavoro, una malattia grave o altri eventi traumatici: sono tutti esempi di esperienze di vita molto difficili a cui le persone possono reagire con una moltitudine di forti emozioni. Ma come mai alcune persone riescono ad affrontare meglio di altre questi eventi che stravolgono la loro vita? È possibile che tali persone siano riuscite a sviluppare più di altre una forma di resilienza.

La resilienza è un termine originariamente appartenente alla fisica e indica la capacità di un materiale di resistere agli urti senza spezzarsi e di ritornare alla sua forma originaria a seguito di un impatto. Come rilevato da Norris et. al (2008) in campo psicologico tale termine viene utilizzato come una metafora arricchendosi di ulteriore complessità, poiché esprime la capacità di un individuo di resistere a situazioni avverse, affrontando e superando gli eventi negativi e traumatici, al fine di adattare se stesso alle richieste che l’ambiente presenta in quella specifica circostanza e di imparare da tale esperienza per maturare nuove competenze.
Essere resilienti, quindi, non significa non provare difficoltà o disagio, ma trasformare tali sentimenti in un bagaglio di esperienze preziose per se stessi e per gli altri.
Alcuni autori ritengono che gli individui, le famiglie e le comunità sono intrinsecamente competenti nello sviluppare tratti resilienti, e che con un adeguato sostegno e incoraggiamento, possono accedere a punti di forza individuali e collettivi che consentano loro di superare le avversità.
Molti studi dimostrano che il primo fattore per sviluppare resilienza è avere rapporti di cura e di supporto all'interno e all'esterno della famiglia. Le relazioni che creano amore e fiducia offrono incoraggiamento e rassicurazione e aiutano a sviluppare la resilienza di una persona.

Bibliografia:

Landau J. Enhancing resilience: families and communities as agents for change. Fam Process. 2007; 46(3):351-65.

"The Road to Resilience" - American Psychological Association

Norris FH, Stevens SP, Pfefferbaum B, Wyche KF, Pfefferbaum RL. Community resilience as a metaphor, theory, set of capacities, and strategy for disaster readiness. American Journal of Community Psychology, 2008; 41: 127-150.



Post popolari in questo blog

Come sarebbe Barbie se fosse una donna normale

L'artista Nickolay Lamm ha voluto mostrare quanto l’immagine di Barbie sia lontana dalla figura reale di una normale ragazza di 19 anni e lo ha fatto creando una bambola con un corpo più vero.

Sei capace di risolvere queste tre domande che il 50% degli studenti di Harvard non ha saputo risolvere?

Queste domande pongono alla prova la tua capacità di riflessione cognitiva. Fanno parte di un test elaborato dal Prof. Shane Frederick con il quale si sono messi alla prova ben 3.428 studenti dell'Università di Harvard. sapresti rispondere correttamente?

(1) Una mazza da baseball e una palla costano 1,10 euro in totale. La mazza costa 1,00 euro più della palla. quanto costa la palla? _____centesimi
(2) Se 5 macchine costruiscono 5 gadget in 5 minuti, quanto tempo impiegheranno 100 macchine per costruire 100 gadget?  _____ minuti
(3) In un lago ci sono delle ninfee che ogni giorno duplicano la loro superficie. se impiegano 48 giorni per ricoprire l'intero lago, quanto impiegheranno per coprirne la metà? _____ giorni

Oltre la paura