Passa ai contenuti principali

Adolescenti sempre più pigri: rischio obesità?

L’indagine  sulle “abitudini e gli stili di vita degli adolescenti” condotta dalla SIP (Società Italiana di Pediatria) riporta dati allarmanti. Emerge una fotografia di una generazione seduta davanti alla tv o a chattare davanti al computer. Oltre il 60% degli adolescenti trascorre tra le 10 e le 11 ore quotidiane tra la sedia in classe e la poltrona di casa.
Cresce sempre di più negli anni il tempo passato davanti alla tv, soprattutto quel tempo che, invece, potrebbe essere dedicato al dialogo familiare: l’86 % delle famiglie mangia guardando la tv privandosi di gustare un buon pasto insieme ad una piacevole compagnia, il dialogo familiare è continuamente distratto dai ripetuti spot pubblicitari che passano in televisione. Associare il momento del pasto ad una solitaria e distratta ingestione di cibo che conseguenze potrebbe avere?



Le opinioni degli esperti sulla sedentarietà:
"La sedentarietà è una determinante importante dell'obesità, quindi della sindrome metabolica come fattore predisponente delle principali malattie cardiovascolari, degenerative e tumorali dell'adulto e dell'anziano - spiega Alberto Ugazio, presidente della Sip - . Inoltre non bastano le due ore a settimane di sport per recuperare quelle passate seduti. Ulteriore conferma degli stili di vita errati è il fatto che il mezzo utilizzato più spesso per andare a scuola è l'auto, nel 43,1% dei casi".
"E' una tendenza preoccupante in una età in cui il movimento è importante sia per il benessere fisico che psichico - spiega Anna Oliverio Ferraris, docente di Psicologia dello sviluppo alla Sapienza di Roma -. L'eccesso di sedentarietà influisce negativamente sull'umore, perché l'assenza di movimento riduce l'ossigenazione del cervello, rallenta la produzione di endorfine e di dopamina, sostanze chimiche prodotte dal nostro organismo che sono associate alle sensazioni di benessere e al senso del piacere".


Fonti:

Commenti

Post popolari in questo blog

Oltre la paura

Come sarebbe Barbie se fosse una donna normale

L'artista Nickolay Lamm ha voluto mostrare quanto l’immagine di Barbie sia lontana dalla figura reale di una normale ragazza di 19 anni e lo ha fatto creando una bambola con un corpo più vero.

Vivi la tua vita come un'opera d'arte!

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere cosi come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l'opera finisca senza applausi...
Charles Spencer Chaplin