Passa ai contenuti principali

Cistite dopo rapporti sessuali? 7 consigli per evitarla

Più di un terzo delle donne (34%) soffre di cistiti a seguito di rapporti sessuali, secondo i dati di un’intervista realizzata dal Centro di Informazione per la Cistiti a 2400 persone.

Le più colpite sono le giovani tra i 20 e i 30 anni. Questo studio, inoltre, rivela che l’estate è il periodo dell’anno in cui si hanno maggiori rapporti sessuali. Questo può spiegare perché “nel mese di settembre si moltiplicano le visite per la cistite”
secondo il Prof. Manuel Fernández Arjona, urologo dell’Isstituto di Medicina Sessuale (IMS) e capo della sezione del Servizio di Urologia dell’Ospedale Universitario di Henares.
L’estate e le vacanze sono un fattore di rischio nel contrarre questa infezione urinaria. “Il maggior numero di ore di luce e le alte temperature incrementano i livelli di testosterone e il desiderio sessuale, per tale motivo è usuale avere maggiori relazioni sessuali durante il periodo estivo. Inoltre le persone hanno maggiore tempo libero, più contatti sociali o convivenza di coppia e un incremento del consumo di alcol che produce disinibizione”, spiega il Prof. Manuel Fernández Arjona.
Per evitare le infezioni urinarie dopo una relazione sessuale, l’esperto consiglia di:
1.     Ricorrere a preparati farmaceutici di mirtillo rosso (che hanno dimostrato la loro efficacia nel prevenire questo tipo di infezioni)
2.     Bere almeno un litro di acqua al giorno,
3.     mantenere una adeguata igiene quotidiana delle parti intime,
4.     urinare ogni due o tre ore,
5.     usare sapone neutro,
6.     non utilizzare vestiti eccessivamente stretti,
7.     svuotare la vescica prima e dopo la relazione sessuale.

Le donne sono maggiormente predisposte a sviluppare la cistiti poiché hanno l’uretra più corta, e soprattutto sono maggiormente esposte le donne sessualmente attive. Spesso, infatti, avvengono episodi di cistite a seguito di un rapporto, che in precedenza erano noti come la cistite della luna di miele. Il rapporto, soprattutto se ripetuto o intenso, può causare infiammazione della mucosa, che diventa il più vulnerabile alle infezioni dell'uretra.

La cistite è un'infezione del tratto urinario causata da batteri nella vescica che aderiscono alle pareti del tratto urinario. Il batterio Escherichia coli (E.coli) è solito provocare la maggior parte di queste infezioni. In caso di cistite recidiva, il dottor Arjona consiglia di assumere preventivamente medicinali e preparati farmaceutici a base di mirtillo rosso americano ad alta concentrazione di PAC (proantocinidinas) perché "maggiore è la quantità di PAC, maggiore è la capacità di impedire l'adesione di E. coli alle pareti urinarie.

Post popolari in questo blog

Come sarebbe Barbie se fosse una donna normale

L'artista Nickolay Lamm ha voluto mostrare quanto l’immagine di Barbie sia lontana dalla figura reale di una normale ragazza di 19 anni e lo ha fatto creando una bambola con un corpo più vero.

Sei capace di risolvere queste tre domande che il 50% degli studenti di Harvard non ha saputo risolvere?

Queste domande pongono alla prova la tua capacità di riflessione cognitiva. Fanno parte di un test elaborato dal Prof. Shane Frederick con il quale si sono messi alla prova ben 3.428 studenti dell'Università di Harvard. sapresti rispondere correttamente?

(1) Una mazza da baseball e una palla costano 1,10 euro in totale. La mazza costa 1,00 euro più della palla. quanto costa la palla? _____centesimi
(2) Se 5 macchine costruiscono 5 gadget in 5 minuti, quanto tempo impiegheranno 100 macchine per costruire 100 gadget?  _____ minuti
(3) In un lago ci sono delle ninfee che ogni giorno duplicano la loro superficie. se impiegano 48 giorni per ricoprire l'intero lago, quanto impiegheranno per coprirne la metà? _____ giorni

Oltre la paura